Scaldabagni elettrici: migliori articoli 2020, info e prezzi

4 febbraio 2020 Off Di admin

Per quanto consumi più di uno a gas, lo scaldabagno elettrico è, a tutt’oggi, una soluzione molto gettonata per la produzione di acqua calda ad uso domestico. Ma quali sono i migliori modelli elettrici in questo inizio anno? Andiamo a scoprirne caratteristiche, brand e fasce di prezzo. Intanto, va detto a scanso di equivoci che i moderni scaldabagni sono atossici e certificati, quindi non arrecano danno alla salute, in più rispetto a quelli più datati hanno potenzialità e opzioni molto avanzate, come nel caso dei modelli verticali ad accumulo Baxi che rispetto agli scaldabagni istantanei hanno il vantaggio di non rimanere mai con il serbatoio a secco. Si tratta di modelli da tenere sempre accesi, se si vive in casa, tanto si staccano da soli una volta raggiunta la temperatura desiderata. Basta aprire il rubinetto per riattivare l’accensione, in questo senso sono fra i più pratici e funzionali, nonché durevoli e grazie a un buon livello di isolamento l’acqua resta calda a lungo. Per saperne di più su questa tipologia si può leggere il seguente articolo sulla scelta e il significato dello scaldabagno ad accumulo. La capienza di uno scaldabagno elettrico è molto variabile e oscilla fra 50 e 100 litri, si tenga conto che una famiglia di tre o quattro persone esige un modello dotato di una capacità che si attesta a metà strada, per intenderci. Se non vogliamo ritrovarci a dover sostituire lo scaldabagno prima del previsto, è sempre meglio sceglierne uno di buona qualità, valutando a fondo la natura dei materiali. I migliori container sono in acciaio lavorato per reggere alle pressioni idriche e all’usura, in alcuni casi si possono trovare serbatoi rivestiti in vetro porcellanato trattato per resistere al surriscaldamento e mantenere in caldo la riserva idrica. La tecnologia non finisce di stupire, proponendo sul mercato anche scaldabagni ‘dottori’ in grado di autodiagnosticarsi, come gli ultimi modelli Ariston, dotati di una specifica funzione ‘anti-legionella’ che si attiva in caso di proliferazioni batteriche aumentando la temperatura per farle fuori sul nascere. Altre opzioni attengono all’anti-congelamento e all’anti-dry. Ma quanto può costare un buon boiler elettrico? La forchetta è ampia, si parte da modelli basici che costano solo 50 euro ai più sofisticati e tecnologici che richiedono uno zero in più.